Una visita completa dell’Etna richiederebbe diversi giorni. Tuttavia organizzando bene i tempi è possibile visitare alcuni punti di interesse anche in mezza giornata. Ecco cosa vi consigliamo di visitare sull’Etna avendo poco tempo…

Cosa vedere sull’Etna in mezza giornata? Ecco i consigli per visitare l’Etna in autonomia oppure affidandosi ad agenzie di escursioni organizzate.

 

Visitare l’Etna in AUTO

Consigliamo di concentrare l’attenzione a un solo versante del vulcano. Le località turistiche di Etna Sud o Etna Nord (circa 2000 mt) sono facilmente raggiungibili in auto. In queste località, oltre al panorama, sono di notevole interesse i teatri eruttivi del 2001 e 2002.  Il versante Sud (Nicolosi), con la Funivia dell’Etna è il più turistico. Sul posto è facilmente accessibile una passeggiata sui Crateri Silvestri, mentre a pochi chilometri di auto si può raggiungere il punto panoramico della Valle del Bove da località Monte Pomiciaro. Il versante nord (Linguaglossa) invece è meno turistico ma regala paesaggi molto affascinanti, nonché la visione del cratere di Nord Est, cima più alta del vulcano.
Vantaggi:
libertà di movimento, tempi e orari.
Svantaggi: la visita sarà di tipo panoramico, ma un vulcano avrebbe tantissime cose interessanti da raccontare attraverso la voce della sua gente: le guide.

Visitare l’Etna in TREKKING

Per chi ama camminare, è assolutamente consigliata questa attività, per visitare i luoghi meno turistici ed entrare in contatto diretto con la natura del Parco dell’Etna.
Sono fruibili e facilmente visitabili diversi sentieri. I luoghi più visitati in trekking sul vulcano, per la loro facilità a

raggiungerli con le strade asfaltate e relative segnaletiche sono quelli in prossimità delle località turistiche descritte al precedente punto (visitare l’Etna in auto). Tra i sentieri più frequentati e visitabili in autonomia con pochi rischi e difficoltà facile segnaliamo:

  • Crateri Silvestri -Visita dei crateri originati dall’eruzione del 1892 e il teatro eruttivo 2001 sul versante Sud a poche centinaia di metri dal rifugio Sapienza.
  • Monti Sartorius –  Sette crateri allineati originati dall’eruzione del 1865 nei pressi del Rifugio Citelli.
  • Bocche eruttive del 2002 – Giro ad anello di Monte Nero partendo da Piano Provenzana.
    Potete avvalervi dei sentieri consigliati sulla nostra mappa escursionistica.

Visitare l’Etna con escursioni guidate

Se si ha solo mezza giornata di tempo, affidarsi a una guida può essere un’ottima idea. Saprà scegliere per voi i luoghi più indicati alle vostre esigenze. Vengono proposti sia dei trekking sui versanti più inesplorati oppure dei tour con mezzi 4×4 che prevedono anche 4/5 tappe, con percorsi fuoristrada sulle colate laviche, la visita di crateri spenti, l’immancabile Valle del Bove, la visita di una grotta vulcanica, spesso associati a degustazioni di prodotti tipici, il tutto accompagnato da interessanti spiegazioni.

Ecco alcuni tour consigliati per vedere l’Etna in mezza giornata:

admin 26 Giugno 2021 Consigli di viaggio no responses